85g

Shampoo solido saponificato indicato per capelli normali o secchi con tendenza a
produrre forfora.

 

Per la realizzazione di questo shampoo ho usato una infusione di ortica poiché é
un ottimo alleato contro la forfora, la caduta dei capelli e l’irritazione
cutanea.

Il mix di olio di oliva, olio di cocco e olio di ricino garantisce una idratazione
naturale del capello, penetrando fino alla radice senza ostruire i pori. Rivitalizza
i capelli aiutando la prevenzione delle doppie punte e la secchezza.

Gli olii essenziali di lemongrass, cedro e cipresso non solo donano un profumo fresco
allo shampoo ma contribuiscono alla salute del cuoio capelluto. Il lemongrass ravviva
la brillantezza dei capelli, il cedro ne stimola la crescita e il cipresso regola
la produzione naturale del sebo.

 

INCI/ingredients

Olea Europaea (Oliva) Fruit Oil, Cocos Nucifera (Cocco) Oil, Aqua, Sodium Hydroxide,
Ricinus Communis (Ricino) Seed Oil, Urtica Dioica (Ortica), Cupressus Sempervirens
(Cipresso)* Oil , Cedrus Atlantica (Cedro)* Bark Oil, Cymbopogon Citratus (Lemongrass)
Oil*, Moringa Oleifera leaf powder.

*= olii essenziali, che contengono: Citral, Pinenes, Geraniol, Limonene, Hydrocarbons,
Longifolene, Alpha-Cedrene, 3-Carene, Alpha Pinene, Beta Pinene.

 

Consigli d’uso

Se usi un prodotto naturale dopo anni di uso di shampoo convenzionali, potresti
andare incontro ad una fase di transizione, dovuta allo schimicamento del cuoio
cappelluto. Con gli shampoo convenzionali il cuoio capelluto produce una quantitá
maggiore di sebo per contastrare tutti gli agenti chimici che gli apportiamo ad
ogni lavaggio che ci privano degli olii naturali del capello. Quando inizi a usare
uno shampoo naturale la testa deve abituarsi che non la stai piú privando dei suoi
olii naturali e questo puó tardare piú di qualche giorno.

Consigli d’uso:

Una volta bagnati tutti i capelli, chiudi l’acqua, e sfrega la saponetta direttamente
sul cuoio capelluto. Poi metti un po’ d’acqua per favorire la creazione della schiuma.
Dovrai abituarti per capire quanto shampoo utilizzare in base alla densitá dei tuoi
capelli. Non passare la saponetta sulle lunghezze.

Sciaqua poi abbondantemente lo shampoo e passati le dita tra i capelli per rimanere
stupito di come gli olii naturali del sapone aiutino a togliere i nodi.

Dopo lo shampoo é consigliato fare un risciaquo acido (sopratutto per chi ha i capelli
medio/lunghi), poiche´oltre a ribilanciare il PH della testa lascia i capelli leggeri
e brillanti. A me piace definirlo il balsamo naturale

Il risciaquo acido si puó realizzare con dell’acido citrico o dell’aceto di mele
(metodo della nonna) anche se quest’ultimo ha un impatto maggiore sull’ecosistema.

Prima di entrare in doccia prendere un bicchiere o un barattolo di marmellata riciclato
🙂 e mettere dentro 1/4 di cucchiaino di acido citrico. Dopo aver risciacquato lo
shampoo riempire il bicchiere con l’acqua calda della doccia e mescolare con un
dito in modo che si dissolva la polverina.

Versare il "balsamo" direttamente sul cuoio capelluto, a testa in giú,
ai due lati e frontalmente. Massaggiare un po con le dita e pettinare. Lasciare
agire 2 minuti circa e poi risciaquare.

Con l’aceto le proporzioni sono circa 1 dito di aceto 5 dita di acqua, aggiustabili
a piacere e in base alla massa di capelli di ognuno di noi. L’odore dell’aceto svanisce
non appena i capelli sono asciutti.

Capelli corti:

Se hai i capelli corti potresti non necessitare del risciaquo acido.

Se hai i capelli corti e tinti chimicamente lo shampoo solido ridonerá morbidezza
al capello sottoposto ad acidi coloranti.

Capelli medio/lunghi:

Fate delle prove sui vostri capelli per capire le quantitá sia di shampoo che di
risciacquo necessario per le vostre esigenze.

Se al primo lavaggio non siete soddisfatti abbiate pazienza, riprovate potrebbe
essere che abbiate bisogno di piú o meno prodotto, non demordete al primo uso. Per
qualsiasi dubbio o informazione non esitate a scrivermi!